EX LANIFICIO LUCIANI RICONVERSIONE E RIQUALIFICAZIONE, ROMA

Informazioni aggiuntive

  • Anno: 2007
  • Luogo: Roma, Italia
  • Cliente: privato
  • Stato: realizzato
  • Titolo:

    Offices
    Culture

  • Sottotitolo:
    EX LANIFICIO LUCIANI RICONVERSIONE E RIQUALIFICAZIONE, Roma

  • Contenuto:

    Progetto architettonico: Nemesi Studio
    Luogo: Roma
    Anno: 2006-2007
    Committente: privato
    Superficie territoriale: 1.200 m²
    Programma: 2.000 m² tot.
    •    120 m2 – ingresso
    •    150 m² - lounge bar
    •    120 m² - sala conferenze
    •    250 m² - spazio espositivo e polifunzionale
    •    90 m² - area giardini d’inverno
    •    700 m² - uffici
    •    250 m² - ufficio direzionale e gestione
    •    150 m² - area riunioni
    •    100 m² - stoccaggio
    •    50 m² - servizi e locali tecnici
    Studio di ingegneria: Ing. G. Molè

© Filetici © Filetici

EX LANIFICIO LUCIANI RICONVERSIONE E RIQUALIFICAZIONE, ROMA

L’organizzazione di una vera e propria Cittadella dell’Arte e dell’Architettura, denominata EXLL (Ex Lanificio Luciano) è pensata come luogo dove l’interazione tra attività professionali, culturali e didattiche permetterà a professionisti, istituzioni pubbliche e private, studenti e operatori del settore, di incontrarsi, confrontarsi e scambiarsi esperienze e conoscenze, all’interno di uno spazio attrezzato con adeguate tecnologie (con spazi di lavoro, sale riunioni, area mostre-conferenze).
Contenuti e forme del progetto di Nemesi per la riqualificazione degli spazi, sono, nel pieno rispetto dell’identità e peculiarità del luogo, espressione dei valori della cultura contemporanea, che nel dialogo con realtà di tipo marginale, affrontano concretamente la sfida della costruzione di nuove centralità per Roma. L’organizzazione dei locali si basa sull’articolazione di un paesaggio interno _contrappunto di quello esterno caratterizzato dalla presenza del fiume Aniene_ dove gli spazi funzionali si alternano a giardini d’inverno che portano la natura anche dentro il costruito.
Percorsi e spazi comuni alle diverse attività permettono contaminazione e scambio tra le parti,  assecondando l’idea di una Cittadella dell’Arte e dell’Architettura.

Percorsi e spazi comuni alle diverse attività permettono contaminazione e scambio tra le parti, assecondando l’idea di una Cittadella dell’Arte e dell’Architettura.

Cerca