PODERE 46, ALBINIA

Informazioni aggiuntive

  • Anno: 2004
  • Luogo: Albinia, Italia
  • Cliente: privato
  • Stato: realizzato
  • Titolo:

    Interior design - Private houses

  • Sottotitolo:
    Podere 46, Albinia
  • Contenuto:

    Progetto architettonico: Nemesi Studio
    Luogo: Albinia, Grosseto
    Anno: 2001 - 2004
    Committente: Privato
    Superficie territoriale:  2 ha
    Programma : 580 m² tot.
    •    450 m² - residenza principale
    •    130 m² - residenza ospiti
    Partner di progetto: Labics
    Studi di ingegneria: Studio 3s, Fibbi & De Camillis

PODERE 46, ALBINIA

L’edificio sorge su un poggio della Maremma Toscana, in un’area bonificata negli anni ’30. Il complesso si compone di una unità padronale, con un ampio soggiorno vetrato e di un’ala semi-indipendente per gli ospiti, ricavata nell’ex rimessa per gli  attrezzi.
Il progetto nel riorganizzare la preesistenza, cerca di forzare la natura introversa e domestica del podere fascista aprendola alla dimensione larga del paesaggio, così lo spazio esterno si organizza geometricamente secondo una analitica riduzione a campi neoplastici acquisendo in tal modo una dimensione architettonica ed antropizzata, in modo inverso la spazialità interna, attraversata dalla scomposizione di tali campiture assorbe la dimensione del paesaggio organizzandosi in una sequenza di patii (giardini d’inverno) e spazi d’uso. L’elemento di maggiore aggettivazione plastica risulta essere il nuovo soggiorno, riconversione della stalla in antico podere, caratterizzato dall’introduzione di alcuni frammenti a forte vocazione poetica: la copertura in acciaio corten piegata a simulare una tensione dinamica e dell’attraversare ed il camino che con la sua tensione verticale diviene emblema e simbolo di un nuovo concetto dell’abitare.

 

 

Cerca