AEROPORTO DI FIUMICINO, RIQUALIFICAZIONE TERMINAL 3

Informazioni aggiuntive

  • Anno: 2011
  • Luogo: Roma, Italia
  • Cliente: Aeroporti Di Roma
  • Stato: incarico
  • Titolo:

    Infrastructure

  • Sottotitolo:
    Aeroporto di Fiumicino, riqualificazione Terminal 3
  • Contenuto:

    Progetto architettonico: Nemesi Studio
    Luogo: Fiumicino, Roma
    Periodo: 2010 - 2011
    Committente: Aeroporti Di Roma
    Superficie territoriale:  25.000 m2
    Programma:  25.000 m2
    •    15.000 m²   – Terminal T3 livello partenze
    •    10.000 m²   – Terminal T3 livello arrive
    Studi di ingegneria: ADR ingegneria

AEROPORTO DI FIUMICINO, RIQUALIFICAZIONE TERMINAL 3

La proposta progettuale di riqualificazione del terminal T3 si pone l’obiettivo di definire una nuova immagine coerente e unitaria per la hall check-in, liberando l’architettura originale da tutti quegli elementi, stratificatisi nel tempo, che non le appartengono e che oggi compromettono fortemente la sua lettura, disegnando al suo interno un nuovo sistema architettonico leggero “software”, che organizza in una logica unitaria tutti i principali elementi insistenti nella hall. L’immagine  “software”di progetto riguarda sia il trattamento della struttura esistente del terminal T3  - ed in particolare la riqualificazione della copertura insieme alla ri-progettazione della facciata esterna e del nodo A - sia la riqualificazione interna della hall check-in, attraverso la progettazione integrata di tutti gli elementi che vi insistono ( biglietterie, scala antincendio, passerelle, rivestimenti orizzontali e verticali, illuminazione); gli interventi riguardano inoltre la riqualificazione dei rivestimenti  e l’ illuminazione integrata della hall arrivi e del mezzanino.
 La facciata esterna viene completamente liberata dalla demolizione di tutti gli elementi che oggi ne impediscono la percezione “appoggiandosi” ad essa; il piano facciata, oggi marcato dalla presenza di profili metallici orizzontali e verticali, diventa nel progetto una superficie astratta ed inclinata.
All’interno della hall check-in il disegno della facciata si arricchisce della presenza di una trama metallica leggera formata da montanti verticali curvi, aventi un interasse di 6 m ed estesi su tutta l’altezza della hall; questa struttura “ a vela” organizza  tutti quegli elementi che si rapportano alla facciata esterna, ed inevitabilmente insistono su essa: all’interno  incorpora  e protegge le nuove biglietterie e le nuove scale antincendio. La metafora è quella della vela e del mare, e ritorna anche nella struttura delle adiacenti passerelle del mezzanino, con il riferimento dei loro appoggi strutturali alla forma delle bilance dei pescatori.
L’allestimento della hall check-in e la scelta delle finiture complessive di rivestimento in trame di tela metallica, vuole restituire un’immagine di leggerezza e coerenza d’insieme al Terminal, che si relazioni alla nuova immagine della facciata e della copertura; l’illuminazione della Hall è gestita attraverso un progetto illuminotecnico complessivo, che riguarda facciata, copertura, controsoffitti,  e corpi illuminanti collocati sui pennoni delle passerelle. Lo stesso presupposto inspira la ristrutturazione della hall arrivi e di parti del mezzanino,  con accorgimenti più contenuti relativi alla sostituzione dei soli rivestimenti verticali ed orizzontali, con l’illuminazione ad essi integrata.

Cerca