AUDITORIUM E CENTRO CULTURALE, ARGENTAN

Informazioni aggiuntive

  • Anno: 2005
  • Luogo: Argentan, Francia
  • Cliente: Comune di Argentan
  • Stato: concorso internazionale ristretto
  • Titolo:

    Culture

  • Sottotitolo:
    Auditorium e centro culturale, Argentan
  • Contenuto:

    Progetto Architettonico: Nemesi Studio
    Luogo: Argentan, Francia
    Anno: 2005
    Committente: Comune di Argentan
    Superficie territoriale:  2 ha
    Programma: 5.510 m² tot.
    •    650 m² - ingresso e biglietteria
    •    1.500 m² - auditorium principale
    •    650 m² - auditorium secondario
    •    450 m² - sala conferenze
    •    350 m² - laboratori
    •    550 m² - spazi espositivi
    •    320 m² - area amministrativa
    •    680 m² - stoccaggio
    •    260 m² – camere e servizi tecnici
    Partners di progetto: Maurizio Pascucci, Alvisi & Kirimoto

AUDITORIUM E CENTRO CULTURALE, ARGENTAN

Progetto per un polo multiculturale ad Argentan, comprendente una sala di spettacolo per 700 posti, camerini per gli artisti, sala polifunzionale, tre sale prova, un bar, un foyer e sistemazione dello spazio esterno.
Il cuore simbolico e funzionale del progetto é la sala di spettacolo attorno alla quale si organizzano le differenti funzioni. « La boite théâtrale » (scatola teatrale) é pensata non solo  come luogo di attrazione per lo spettacolo, ma come spazio- workshop per la produzione di spettacoli, coinvolgendo i cittadini nel processo creativo e di crescita dello spazio attraverso la realizzazione di laboratori teatrali, danza e tutte quelle esperienze di produzione artistica che la sala multifunzionale offre nelle sue molteplici possibilità di configurazione.
Il concept e la forza del progetto si basa  su due elementi in dialettica relazione: il Parco si caratterizza come una grande lama, un cuneo verde inclinato che disegna il paesaggio, ed allo stesso tempo permette di accogliere al suo interno le funzioni del polo multiculturale.
Il disegno del paesaggio si origina attraverso l’articolazione del suolo che divienta progressivamente una grande copertura verde (tetto giardino). Un sistema di patii scavati all’interno della lama verde assicura l’illuminazione e la ventilazione  naturale degli spazi.
Il teatro rappresenta un gioiello incastonato nel cuneo verde, sebbene ermeticamente chiuso ed isolato per esigenze tecniche, rivela  il suo apsetto esterno come oggetto architettonico di forte carattere comunicativo.
La ricerca di una alta qualità ambientale  conduce il committente a proporre una tecnologia di pozzi canadesi per il raffrescamento della sala di spettacolo e la sala polivalente.

Cerca